“La Sclerosi Multipla é ereditaria?”– Il Ruolo della Genetica nella SM

La Genetica Gioca un Ruolo nello Sviluppo della SM – Ma ci Sono altri Pezzi del Puzzle

Dan
Dan
12 aprile 2019
cosa causa la SM- pezzi puzzle

La Sclerosi Multipla (SM) non é ereditaria. Tuttavia, come nel caso di altre malattie autoimmuni, si pensa che la genetica giochi un ruolo nel rischio della persona di sviluppare SM. In questo articolo analizzeremo di che portata é questo ruolo e quali altri fattori si pensa possano causare la SM, e come mettere insieme i vari pezzi del puzzle possa aiutare a fare progressi con le terapie.

Cosa causa la Sclerosi Multipla?

La risposta sintetica sarebbe ‘non lo sappiamo.’

La risposta leggermente piú lunga é che non sembra esserci una causa unica della SM. Piuttosto, una complessa combinazione di fattori ognuno dei quali fa la sua parte. Oltre alla genetica, le aree di ricerca che possono aiutare a mettere insieme i pezzi sono:

  • Agenti Infettivi –Studiare il ruolo dei virus nello sviluppo della SM
  • Epidemiologia – Lo studio di grandi gruppi di popolazione e del perché alcune regioni hanno piú alti tassi di SM rispetto ad altri
  • Immunologia – Studio del sistema immunitario e di ció che lo porta ad attaccare le cellule sane

Il ruolo della Genetica nella Sclerosi Multipla

Come é generalmente il caso delle malattie autoimmuni, la sclerosi multipla non è ereditaria. Non viene trasmessa in un modo prevedibile, come ad esempio lo é la fibrosi cistica.

Il rischio che un bambino sviluppi una malattia come la sclerosi multipla é piuttosto direto da calcolare ed è causato dalla mutazione di un gene specifico. Se entrambi i genitori hanno il gene difettoso, ad esempio, il rischio é del 25%.

promemoria farmaci e monitor benessere mytherapy

Gestisci la tua terapia con MyTherapy

Download now Download now

La situazione é meno chiara nel caso della SM. Le varianti (alleli) di piú di 200 geni sono state associate con questa malattia, e si pensa aumentino leggermente il rischio. Piú varianti una persona ha, piú é probabile che sviluppi SM, ma nessun test genetico puó predirre accuratamente questa probabilitá.

Forse la statistica piú intelligente riguardante il ruolo della genetica nello sviluppo della SM é relatico ai gemelli omozigoti, che presentano lo stesso corredo genetico. Se uno dei due gemelli presenta SM c’é un 20%-25% di possibilitá che l’altro la sviluppi a sua volta. Se la Sm fosse una malattia puramente genetica, la svilupperebbero o entrambi o nessuno dei due.

Ora, compara tutto ció con il tuo rischio stimato di sviluppare SM se un altro membro della famiglia ne è colpito:

  • Gemello eterozigote: 1 su 22
  • Fratello o sorella: 1 su 37
  • Genitore: 1 su 67
  • Figlio: 1 su 48

Il rischio nella popolazione in generale si stima essere tra 1 su 330 e 1 su 1000 (la posizione geografica spiega in certa misura la grande discreanza tra I vari numeri, ma a questo arriveremo piú avanti)

Ció che possiamo dedurre da questa informazione é che i fattori genetici giocano chiaramente un ruolo importante nello sviluppo della SM, ma non spiegano tutta la questione.

I tuoi geni potrebbero determinare la tua suscettibilitá alla SM ma sembra essere qualcos’altro a determinare se la svilupperai o meno.


I Virus Scatenano la Sclerosi Multipla?

Da tempo si teorizza che i virus possano dare il via a malattie autoimmuni. Nel caso della SM, l’Herpesvirus umano 4 (EBV) é tra i principali sospettati, insieme ad altri herpesvirus umani (tra cui la varicella e l’herpesvirus 6).

Una linea di pensiero si rivolge verso gli antigeni, ossia marcatori che ogni cellula ha. Quelli prodotti nel tuo corpo sono unici. Quando il tuo corpo trova antigeni estranei, come forme di virus e batteri, scatena una reazione del sistema immunitario che si attiva per combatterli.

Gli antigeni dell’Herpesvirus umano 4 sono simili agli auto-antigeni prodotti in alcune parti del nostro sistema nervoso centrale, come la guaina mielinica, ció puó portare il sistema immunitario a reagire attaccando sia le cellule sane che gli invasori. Questo fenomeno é conosciuto come ‘mimetismo molecolare’

Si pensa che l’Herpesvirus umano 4 colpisca come minim oil 90% della popolazione mondiale, ma spesso non ha sintomi. Dunque, ovviamente, l’infezione da sola non causa la SM. Tuttavia quando questo virus porta a dei sintomi- comunemente nella forma della mononucleosis- sembra aumentare il rischio della persona di essere colpita da SM.

Curiosamente, il virus che porta alla mononucleosi è stato collegato anche ad almeno 6 altre malattie autoimmuni: lupus erimatoso (LES), artrite reumatoide (AR), artrite idiopatica giovanile (AIG), sindrome dell’intestino infiammabilei (IBD), celiachia, e diabete di tipo 1.

Questo potrebbe aiutare a spiegare perché le persone che vivono con una malattia autoimmune sono a rischio di svilupparne altre di conseguenti.

A parte le malattie autoimmuni, l’herpesvirus umano 4 potrebbe anche causare certi tipi di cancro, come il linfoma di Hongkin. Per essere un virus che spesso non viene notato, é particolarmente minaccioso. Inoltre, si adatta, attraversa diverse fasi nel suo ciclo di vita, e rimane ‘nascosto’ tra le tue cellule quando è latente. Di fatto, non se ne va mai dal tuo corpo una volta che ti ha infettato.

La natura dell’EBV (e di altri membri della famiglia degli herpesvirus umani) rende difficoltoso sviluppare un vaccino. Ciononostante, è un’area significativa di ricerca, ed I recenti sviluppi fanno essere ottimisti.

È troppo semplicistico suggerire che tale vaccine possa prevenire la SM e le altre malattie associate ell’EBV, ma aiuterá a mettere in luce la natura esatta del virus ed il suo ruolo nello sviluppo delle malattie autoimmune.

Oltre ai virus, gli studi epidemiologici (quelli che si focalizzano in popolazioni definite) suggeriscono che ci siano altri fattori da considerare quando si parla di comprendere le cause della SM.

Studi Epidemiologici: Chi viene colpito da SM?

Gli studi epidemiologici aiutano ad identificare schemi nei vari gruppi di popolazione, sui quali possono essere fatte e testate teorie.

Per quanto riguarda la sclerosi multipla, una delle osservazioni piú curiose é che essa sia poú prevalente in posti lontani dall’equatori piuttosto che in luoghi vicini ad esso. Canada, Scozia, e la Nuova Zelanda, per esempio, hanno tassi molto alti.

Inoltre, la comparsa dei sintomi di solito avviene in giovane etá.

Potrebbe essere dovuto al fatto che i paesi vicini all’equatore hanno livelli piú alti di UVB durante l’anno. Gli UVB stimolano la produzione di vitamina D cosa che potrebbe proteggere dalla SM. Si sospetta che la vitamina D abbia effetti positivi sul sistema immunitario, nonostante l’esatta natura di questa connessione sia sconosciuta.

Il fenomeno sembra essere piú evidente nell’emisfero ovest, con molti paesi nel nord Europa che hanno piú elevati tassi di persone colpite da SM rispetto ai paesi nella parte est in una latitudine simile. Se questo sia dovuto a fattori ambientali, genetici, o ad una combinazione di entrambi, rimane un mistero.

Spesso si dice che le persone caucasiche sono piú a rischio di SM di qualsiasi altro gruppo etnico, cosa che potrebbe fornire una potenziale spiegazione. Tuttavia questa convinzione diffusa é stata ampiamente messa alla prova e non c’è nessuna evidenza certa che l’etnia giochi un ruolo significativo nella probabilitá che una persona sviluppi SM.

Caratteristiche dello stile di vita, come fumo, alcol, e abuso di droghe, sono stati collegati ad un maggior rischio di SM, mentre una dieta contenente pesce o integratori del pesce potrebbe in varia misura offrire protezione. Tali elementi dello stile di vita aiutano a spiegare la differenza dei numeri della SM nelle varie zone geografiche.

Un’altra osservazione fatta dagli studio epidemiologici é che le donne sono tre volte piú predisposte degli uomini ad essere colpite da SM.

Il fatto che le donne siano maggiormente colpite da SM rispetto agli uomini non é una sorpresa, in quanto è ció che accade con qualsiasi malattia autoimmune. Questo fenomeno é piú evidente in altre malattie. Il 90% dei casi di lupus, per esempio, sono donne.

Di conseguenza, é stato suggerito che i cromosomi X, le donne ne hanno due e gli uomini uno, giochino un ruolo cruciale nello sviluppo di malattie autoimmuni. In particolare, l’inattivazione del cromosoma X é stata vista come una connessione probabile. Nelle donne, uno dei cromosomi X di solito casualmente non é attivo, l’inattivazione del cromosoma si ha quando uno dei due cromosomi X viene preferito in piú del 75% delle cellule.

É un argomento complicate da discutere in questo post, ma questo articolo descrive in modo eccellente in che modo l’inattivazione del cromosoma X possa essere relazionata a una malattia autoimmune, mentre vale la pena leggere questo studio se vuoi maggiori dettagli.

Come nel caso della disparitá geografica nella prevalenza della SM, tuttavia, le teorie sul perché le donne siano piú sensibili alle malattie autoimmuni, richiede ulteriori ricerche.

Gli studi epidemiologici tendono a generare piú domande che risposte. Tuttavia, gli schemi che trovano, spesso mettono le basi per discussioni riguardanti vari rami di ricerca, cosa che aiuta a capire gradualmente i meccanismi piú profondi e complicati della SM.

Certo, considerando la SM una malattia autoimmune, c’é un altro importante campo di ricerca.

I Misteri delle Malattie Autoimmuni

Prendendo in considerazione ció che é stato detto in precedenza, sembra probabile che la genetica, i virus, ed i fattori ambientali contribuiscano insieme allo sviluppo della sclerosi multipla. Il modo in cui lo fanno é straordinariamente complesso.

L’immunologia é il campo di ricerca che si dedica a rispondere a molti dei misteri che circondano il sistema immunitario.

Visto l’aumento delle malattie autoimmuni, é un campo di ricerca in particolar modo importante.

Una miglior comprensione di cosa di fatto sta facendo il sistema immunitario quando attacca il corpo, mette in luce i meccanismi alla base della SM. Questo porta poi alle basi per la creazione di un trattamento. Negli ultimi anni, i trattamenti biologici, come gli inibitori di TNF, e terapie modificanti della terapia, come l’ocrelizumab, vanno oltre il semplice trattamento dei sintomi e possono di fatto rallentare il processo di sviluppo della malattia.

Tali trattamenti aiutano le persone con SM a mantenere una qualitá di vita piú alta ed a vivere piú a lungo.

Ciononostante, una cura per la SM (ed altre malattie autoimmuni) sfugge ancora. Allo stesso modo, non ci sono metodi efficaci di prevenzione, come i vaccini.

Infine, mettere insieme il puzzle della SM richiede ricerche da diversi ambiti, come abbiamo discusso in questo articolo. Ogni pezzo aiuta a rendere l’immagine un po’ piú chiara, e ppiú grande la possibilitá di trovare metodi di trattamento e prevenzione.


Dai un’occhiata anche ad altri articoli del blog MyTherapy:

MyTherapy diario dei sintomi e dei valori

Il tuo supporto nel trattamento della SM

I sintomi della MS sono spesso imprevedibili. I tuoi sintomi possono essere monitorati da MyTherapy che li mette insieme ad altre informazioni, mettendo a tua disposizione un resoconto completo che potrai condividere con i tuoi medici