Ritiro Valsartan: cosa significa per le persone che prendono Losartan o altri medicinali per l’ipertensione?

Dopo il ritiro disposto per migliaia di lotti Valsartan, molti pazienti che assumono Losartan o altri medicinali antipertensivi si domandando che significato abbia per il loro trattamento

Dan
Dan
24 luglio 2018
ipertensione ritiro valsartan

In seguito al ritiro di Valsartan dalle catene distributive di tutto il mondo, stanno sorgendo dubbi e incertezze tra quelle persone che prendono medicinali per la cura dell’ipertensione, come Losartan o altri antagonisti del recettore dell’angiotensina II. Continua a leggere per comprendere meglio cosa significa per te e la tua cura il ritiro Valsartan.

Sono stati ritirati dal mercato altri “Sartani”?

Valsartan rientra nella categoria di medicinali chiamati “antagonisti o bloccanti del recettore dell’angiotensina II” (ARB).

Altri farmaci che appartengono alla stessa categoria sono:

  • Losartan
  • Candesartan
  • Azilsartan
  • Eprosartan
  • Irbersartan
  • Telmisartan
  • Olmesartan

mytherapy app per pressione arteriosa ipertensione

MyTherapy: Promemoria per le tue medicine

  • Promemoria per le medicine
  • Registro della pressione sanguigna
  • Relazione della salute in PDF
Download now Download now

Questi nomi si riferiscono al principio attivo contenuto nel farmaco. Probabilmente ti suonerebbero più familiari i marchi o i nomi delle case farmaceutiche dei medicinali.

Ad esempio, Losartan è conosciuto comunemente con il nome Cozar.

Nessuno dei principi attivi sopra menzionati è stato coinvolto dal ritiro di Valsartan.

Il ritiro dei medicinali contenenti Valsartan colpisce tutti quei lotti che contengono tale principio attivo, proveniente da una officina cinese, Zhejiang Huahai Pharmaceuticals Co. Il ritiro è stato disposto in seguito alla scoperta della contaminazione da parte di una sostanza ritenuta probabilmente cancerogena. Quindi, non perché Valsartan sia di per sé un principio attivo pericoloso.

Sebbene Valsartan condivida molte caratteristiche con gli altri ARB, come Losartan, il ritiro non coinvolge nessun altro medicinale.

Il Valsartan prodotto in altri laboratori non è contaminato. La autorità nazionali di ciascun paese stanno disponendo il ritiro dei soli lotti di Valsartan colpiti dalla contaminazione.

Zhejiang Huahai Pharmaceuticals Co ha informato volontariamente l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) sull’impurità, un composto chimico chiamato N-Nitrosodimetilamina (NDMA), la cui presenza è stata rilevata nel principio attivo durante il processo di produzione.


Conosci di più sul ritiro Valsartan:


Zhejiang Huahai si occupa di importare Valsartan in tutto il mondo, per la produzione di medicinali antipertensivi.

Inizialmente, 23 paesi hanno disposto il ritiro: Spagna, Regno Unito, Germania, Norvegia, Svezia, Ungheria, Paesi Bassi, Austria, Irlanda, Bulgaria, Italia, Portogallo, Belgio, Francia, Polonia, Croacia, Lituania, Grecia, Canada, Bosnia e Erzegovinia, Bahrein e Malta.

A seguire, si sono aggiunti altri paesi, tra i quali gli Stati Uniti (FDA), la Colombia e il Messico.

Si ritiene che la contaminazione del principio attivo sia iniziata nel 2012.

Qual è il rischio per le persone che prendono Valsartan?

L’EMA sta attualmente indagando sulla gravità della contaminazione e il livello di rischio per le persone che assumono Valsartan.

Il portavoce di Novartis, Eric Althoff, ribadisce l’assenza di rischi significativi per i pazienti.

L’Agenzia britannica di regolamentazione dei prodotti medico-farmaceutici (MHRA) fa eco alle parole pronunciate da Novartis e conferma il “basso rischio per la salute pubblica”.

NDMA è un composto chimico che compare in diversi processi industriali, tra i quali si individuano: la fabbricazione di gomma, la concia – settore che produce pelli e cuoio -, la produzione di pesticidi e molto altro. Si manifesta anche nella degradazione di un componente usato durante la produzione di carburante per missili.

I rischi che il NDMA potrebbe causare negli uomini sono, per il momento, conosciuti solo attraverso degli studi condotti sugli animali.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sostiene che “esiste evidenza in grado di confermare che il NDMA sia cancerogeno negli esperimenti con gli animali” quando viene ingerito con acqua.

Al contrario, non esiste alcuna evidenzia che possa confermare lo stesso per gli uomini. È per questo che il NDMA è ad oggi classificato come “potenzialmente” cancerogeno.

Continua prendendo i tuoi medicinali

Se prendi Valsartan:
Se stai prendendo Valsartan, puoi consultare la lista di lotti di medicinali che contengono questo principio attivo e che sono stati quindi ritirati.

Se il farmaco che stai prendendo è tra quelli ritirati dal mercato, non sospendere la tua cura senza aver prima consultato il parere del tuo medico o farmacista di fiducia.

Il rischio di interrompere il trattamento può essere molto più alto del rischio provocato dal Valsartan contaminato. Consulta il tuo medico o farmacista il prima possibile, potranno consigliarti sul da farsi e, se necessario, concordare con te un trattamento alternativo.

Prosegui rispettando la tua cura come fai solitamente. Altri ARB come ad esempio il Losartan non sono stati coinvolti dalla contaminazione né dal ritiro. In ogni caso, qualora avessi dei dubbi, non esitare a rivolgerti ad un operatore sanitario.

Per tutti:
Fai in modo che questa informazione circoli in tutto il mondo. Una persona su tre soffre di Ipertensione. È possibile, quindi, che tu conosca qualcuno che assume Valsartan.

Ed è possibile che questo qualcuno stia prendendo un medicinale il cui principio attivo Valsartan è contaminato.

Per questo motivo, abbiamo realizzato la seguente infografica. Condividendola, contribuirai ad aumentare la consapevolezza di tanti pazienti e non.

Condividi la nostra infografica relativa al ritiro Valsartan e aiutaci ad diffondere più consapevolezza

Leggi anche:


Il contenuto di quest’articolo è puramente informativo. Ti preghiamo di non utilizzarlo come alternativa ad una consulenza medica. Se hai qualche dubbio riguardo il tuo trattamento, consulta un medico o un altro professionista sanitario.

mytherapy registro per la pressione arteriosa

L'app per la cura dell'Ipertensione

MyTherapy è l'app perfetta per monitorare la tua pressione arteriosa. Oltre a ricordarti di effettuare le misurazioni quotidianamente, ti permette di registrare i tuoi valori e progressi, visibili in una comoda e stampabile relazione della salute.